Come rimuovere lo smalto per unghie: guida completa

Lo smalto: un modo creativo di personalizzare noi stessi

Al giorno d’oggi è importante distinguersi in una società che spesso malvolentieri ci vuole tutti uguali: anche un dettaglio, infatti, può fare la differenza. Un taglio di capelli particolare, un accessorio, o anche una nail art che incuriosisca possono essere modi di distinguere la nostra persona e farci esaltare.

Ecco perché è importante non perdere la cultura di una bella manicure: essa è portatrice non solo di ideali positivi quali elogi alla cura della persona, ma anche valorizza la nostra identità e ci rende unici.

Avere una bella manicure è importante non solo per farci vedere come persone ordinate e pulite, ma ci permette anche di esprimere tramite colori, forma e disegni la nostra personalità.

Esistono tantissimi centri oggi che forniscono servizi grazie ai quali avere una manicure personalizzata e unica, che ci permetta di stare meglio con noi stessi, così come esistono tanti strumenti reperibili in negozi oppure online che ci permettono di fare una bella manicure in maniera autonoma ed indipendente.

Come applicare lo smalto per unghie in pochi facili step

Per prima cosa, applicare uno smalto non è semplice come sembra, poiché bisogna far caso ad alcuni piccoli accorgimenti. Innanzitutto, bisogna conservare gli smalti in luoghi non esposti al sole o eccessivamente umidi, ma con una temperatura media e ben calibrata. Bisogna sempre tenere la boccetta dello smalto in verticale per evitare che il liquido coli lungo il collo della bottiglia e si solidifichi così, provocando problemi durante l’apertura della confezione.

Bisogna, infine, far sì che gli smalti non si induriscano. Per farlo, è più che sufficiente utilizzare uno stuzzicadenti per girare il liquido all’interno della boccetta una volta ogni tanto.

Durante l’applicazione dello smalto, è necessario divaricare leggermente le dita e stendere il velo di smalto passando con il pennellino in verticale, in modo tale da avere una stesura uniforme e pulita.

Qualora una persona dovesse sbavare leggermente lo smalto, è sufficiente passare con un po’ di acetone o acqua sul dito prima che lo smalto si secchi.

È necessario poi aspettare una manciata di secondi che lo smalto si asciughi in maniera omogenea e, a piacimento, stendere un altro velo di smalto sull’unghia per ravvivare il colore.

Come rimuovere lo smalto per unghie in poco tempo

Così come può sembrare facile mettere lo smalto, può sembrare semplice toglierlo, ma anche qui è necessario fare delle precisazioni.

Per togliere lo smalto solitamente si utilizza il metodo dell’acetone, che consiste nel prendere un batuffolino di cotone, bagnarlo con l’acetone, che è un solvente per unghie, e passarlo delicatamente sull’unghia, strofinando un paio di secondi, e in men che non si dica lo smalto è levato.
Per quanto riguarda il solvente, è preferibile evitare che stia a contatto diretto con il sole. L’acetone infatti è un acido infiammabile, che potenzialmente potrebbe essere molto pericoloso se tenuto vicino a fonti di calore.

L’acetone risulta essere una metodica piuttosto aggressiva sull’unghia, in quanto liquido corrosivo. Spesso alle donne che aspettano un bambino viene fortemente sconsigliato l’acetone per due motivi: uno è proprio il fattore corrosivo, l’altro è il forte odore, per via dei fumi dannosi al nostro apparato respiratorio.

Si può togliere lo smalto senza usare acetone?

Di fatto, è possibile togliere lo smalto senza acetone, utilizzando tecniche alternative e meno aggressive di un prodotto corrosivo come il solvente per unghie. Esistono infatti rimedi naturali che variano tantissimo e che possono rivelarsi molto utili per chi cerca un’alternativa valida.

Ecco alcuni metodi validi per eliminare lo smalto dalle unghie, seppur in maniera leggermente meno efficiente dell’acetone.

  • Dentifricio: bisogna utilizzare una quantità generosa di dentifricio per riuscire ad eliminare lo smalto per unghie, ma non è impossibile. Bisogna innanzitutto applicare il dentifricio sull’unghia e lasciarlo agire per diversi minuti, magari creando un impasto fatto da bicarbonato di sodio e dentifricio, per poi sciacquare dopo un po’ di tempo e rimuovere i residui con un batuffolo di cotone.
  • Alcool: spesso reperibile in un reparto per le pulizie domestiche, l’alcool è una valida alternativa per chi vuole rimuovere lo smalto senza un corrosivo. Unica pecca, il forte odore spesso ritenuto fastidioso dalle persone. È consigliabile, dopo aver rimosso lo smalto con l’alcool, idratare le mani con una crema.
  • Olio d’oliva: un metodo pratico, molto utile per rimuovere lo smalto e idratare l’unghia allo stesso tempo.
  • Limone e aceto: basta creare un impasto di acqua, limone e aceto, immergere le unghie e poi strofinare lo smalto con un batuffolo di cotone. Dopo poco tempo lo smalto dovrebbe andare via.
  • Lima per unghie: per rimuovere lo smalto dalle unghie, è necessario utilizzare una lima a mezza luna e grattare leggermente l’unghia fino a creare una patina opaca. Passare poi un prodotto che ammorbidisca l’unghia, per poi grattare con decisione lo smalto, che dovrebbe cadere come una polverina.

Mi chiamo Cristina e sono una web writer, scrittrice freelance e lettrice accanita. Nel tempo libero mi piace molto sia leggere che scrivere, traggo un enorme piacere dall’apprendere cose nuove ogni giorno. Mi occupo di scrittura fin dai primi anni delle scuole medie, ed è una passione che non ho mai abbandonato.
Mi piacerebbe fare della scrittura il mio impegno primario, e per questo mi piace scrivere degli argomenti più disparati.

Back to top
menu
Smalti e Fornetti per unghie