Criteri di valutazione di uno smalto per unghie: come acquistare il prodotto giusto per noi

Se hai bisogno di conoscere quali sono i criteri di valutazione di uno smalto per unghie, sei nel posto giusto. In questa guida faremo una classifica dei migliori prodotti che troverai in commercio in base alle tue esigenze. In questo modo non dovrai più rischiare nei tuoi acquisti, comprando degli smalti sbagliati, ma saprai sempre con esattezza ogni dettaglio che contraddistingue ciascun prodotto.

Criteri di valutazione dello smalto per unghie

Conoscere quali sono i criteri di valutazione per lo smalto per unghie sarà molto importante per un acquisto più consapevole. Infatti, quando abbiamo bisogno di un nuovo prodotto e ci accingiamo a sceglierlo, oltre al colore, dovremo valutare anche la tipologia dello smalto e di quale tipo di asciugatura ha bisogno.

La manicure è un aspetto molto importante per la cura della persona. Infatti è molto divertente sbizzarrirsi in casa con degli smalti colorati e con una nail art davvero originale. Ma se non vogliamo andare dall’estetista o dall’onicotecnica e vogliamo provare dei nuovi prodotti, sarà meglio conoscere dal principio tutte le differenze tra i vari smalti.

Il primo aspetto da valutare sarà senza dubbio il colore. In base alle nostre preferenze e agli abbinamenti che vogliamo fare, potremo indirizzarci nelle marche con le migliori sfumature, troveremo di certo quello che fa al caso nostro in un negozio ben fornito. Le mani saranno sempre il nostro biglietto da visita, sarà quindi fondamentale optare per il colore che meglio ci rispecchia.

Poi dovremo fare attenzione alla durata del prodotto. Spesso avere uno smalto che si sbecca o si toglie dopo i primi giorni dall’applicazione potrebbe essere stancante. Sarà inutile cambiare smalto per poi ritrovarsi a doverlo rimettere nel giro di poco tempo. Per questo, in commercio potrete trovare tantissimi smalti a lunga durata. Per valorizzare al meglio le nostre mani, non dovremo scegliere solo il colore, ma sarà utile cercare anche un prodotto di prima qualità e soprattutto che sia di lunga durata.

Quale colore scegliere in base alla carnagione

Nei negozi potrai trovare davvero molti colori di smalto. Ma forse potresti avere bisogno di consigli su quali potrebbero essere le nuance più adatte alla tipologia della tua carnagione. Hai mai sentito parlare del fatto che ciascuno di noi incarna una stagione in base ai propri colori? E’ proprio così.

Se hai una tonalità scura sui capelli e una pelle chiara potresti avere la tonalità inverno, se invece hai la pelle scura e i colori che tendono al bruno potresti essere un autunno, se i tuoi colori invece sono più rosati sulla pelle e chiari sui capelli potresti incarnare la primavera, infine se hai dei colori olivastri sulla pelle e di vario tipo nei capelli potrai essere una estate. Ma i colori dipenderanno anche dagli occhi e da molti altri aspetti che non possono essere spiegati con poche parole.

Anche per quanto riguarda la scelta dello smalto per unghie ci sono dei criteri di valutazione in base alla propria carnagione. Se hai la carnagione chiara o medio chiara, sarà meglio orientarsi verso gli smalti delle tonalità rosse. La vivacità e la lucentezza del rosso riusciranno ad esaltare in modo perfetto il vostro incarnato. Ma potrete optare anche per un colore rosso dalle sfumature viola o blu qualora aveste un sottotono freddo, e un rosso tendente al giallo o all’arancione per un sottotono caldo.

Ottime per le pelli chiare sono anche le sfumature nude, e quindi tutti quei colori che vanno dal beige al rosa. Chi ha un sottotono freddo potrà virare verso il rosa cipria, ma anche color sabbia o avorio,  invece chi tende ad un sottotono caldo potrebbe optare per il beige o il rosa pesca.

Se il tuo incarnato è scuro potrai scegliere il blu marino, il grigio o il verde brillante se hai un sottotono freddo; il marrone, il prugna e il viola se il tuo sottotono è caldo.

Ma potrete fare una manicure molto appariscente anche con gli smalti brillanti. Potrete quindi virare per l‘oro, l’argento  o gli smalti perlati, soprattutto con i toni più freddi. L‘oro rosa, l’oro pallido sono dei colori invece più adatti ai sottotoni caldi.

Per chi ha una pelle molto chiara sarà meglio non applicare uno smalto giallo o verde, smorzerebbero il chiarore del pigmento.

Per chi ha la pelle scura o medio scura non ci sono troppe limitazioni. Potrete realizzare dei forti contrasti con dei colori flui, ma anche gli smalti metallizzati sono l’ideale per esaltare la vostra carnagione.

Criteri di valutazione dello smalto per unghie in base alla durata

I criteri di valutazione riguardo lo smalto per unghie riguardano soprattutto la durata dei vari prodotti. Alcuni smalti durano più a lungo di altri e non si sbeccano dopo la prima applicazione. La formula del prodotto, in base alla sua natura, potrà fissarsi in modo perfetto all’unghia resistendo dai 15 giorni alle 4 settimane. Ma vediamo nel dettaglio tutte le tipologie di smalto esistenti.

Gli smalti tradizionali sono i prodotti più classici che troveremo. Si tratta degli smalti dalla natura più semplice e sono conosciuti negativamente per la loro scarsa durata. Infatti tendono a durare pochi giorni, dai due ai 3. Questi tendono a sbeccarsi subito e non sono l’ideale per chi ricerca uno smalto a lunga permanenza.

Ma troveremo anche gli smalti a lunga durata, sono dei prodotti in formato liquido che si fissano molto bene sull’unghia. Garantiscono una durata di ben 7 giorni e potrai così avere una sorta di smalto tradizionale che però dura più a lungo.

Ma se vuoi un prodotto a lunga durata dovrai rivolgerti a degli smalti che richiedono anche un particolare tipo di applicazione. Ci riferiamo agli smalti gel e agli smalti semipermanenti. Queste tipologie necessitano un fissaggio tramite il fornetto per unghie, ossia uno strumento professionale che ritroviamo dall’estetista ma che possiamo acquistare anche per casa. Si tratta di un dispositivo contenente una lampada in grado di polimerizzare lo smalto indurendolo. Questi prodotti hanno il grande vantaggio di durare dalle 2 alle 4 settimane. Per essere rimossi, questi smalti necessitano di un particolare tipo di solvente.

In alternativa potrai trovare anche gli smalti a effetto gel. Si tratta di prodotti in grado di rendere l’unghia molto lucida e anche leggermente bombata. Con queste tipologie di smalto potrai quasi riprodurre la stessa natura delle unghie in gel o in semipermanente.  Dispongono di un top coat, ovvero di uno smalto da mettere alla fine di tutti i passaggi per creare questo effetto. Gli smalti a effetto gel durano una settimana e possono essere tolti con un semplice solvente. Sono soluzioni meno invasive per chi vuole ricorrere da solo ad una perfetta manicure senza dover ricorrere all’onicotecnica o ad un fornetto per unghie.

L’effetto finale dello smalto per unghie: criteri di valutazione

Tra i criteri di valutazione da analizzare quando acquisti lo smalto per unghie ci sono gli effetti finali, ovvero la finitura. Questo aspetto è molto importante e ci farà capire quale sarà il risultato finale della nostra applicazione. Si tratta di un accorgimento da fare che riguarda non tanto il colore quanto la vera e propria texture della nostra stesura.

Le finiture più diffuse che troviamo negli smalti sono: smalti lucidi o glossy, smalti brillanti, smalti perlati, smalti metallizzati, smalti glitterati, smalti opachi o matte. Partiamo dall’inizio.

Gli smalti lucidi o i glossy si chiamano così perché dopo la prima stesura avremo una spennellata davvero brillante, ma anche liscia e laccata. Potremo vantarci della nostra manicure curata e anche molto elegante. Non risolta una finitura troppo appariscente ma sicuramente molto precisa ed omogenea.

Gli smalti brillanti, conosciuti come  smalti shimmer, danno alle unghie un effetto davvero scintillante. Questi smalti di solito contengono delle micro pagliuzze che denotano allo smalto questa sembianza di brillantezza. Le pagliuzze possono essere dorate o argentate e danno una vera sensazione di brillantezza. Gli smalti perlati, invece, sono sempre l’ideale per gli amanti della brillantezza ma hanno un aspetto molto più raffinato. In questi liquidi ritroviamo delle piccole particelle riflettenti che riescono a creare una brillantezza molto diffusa simile alla madreperla.

Gli smalti metallizzati sono molto moderni e rock, molto raffinati e allo stesso tempo da tutti i giorni. Si tratta di liquidi che puoi trovare in ogni colore e sono l’ideale per un outfit molto creativo. Gli smalti glitterati invece dispongono nel liquido di grandi brillantini in oro o argento, inseriti in un colore di vario tipo. Potrai adoperarli nello strato finale della tua manicure, sopra ad uno smalto di un altro colore.

Infine troverai gli smalti opachi, ossia i matte, delle tipologie senza riflessi di luce, molto sobrie e semplici.

Classe 1993, giornalista pubblicista e amante della scrittura a tutto tondo. Collaboro con diversi siti di settore e con alcuni giornali locali. Sono laureata in lingue e letterature straniere e in editoria e giornalismo. Sono un’appassionata del benessere per la persona, della cosmetica e della salute. Amo scoprire sempre nuovi prodotti confortevoli per poterli raccontare. La mia parola d’ordine è Curiosità.

Back to top
menu
Smalti e Fornetti per unghie